Go to Top

PROTEGGERE E SOCCORRERE I BAMBINI

  Sapere cosa fare in caso di incidente, a volte, può fare la differenza. E' con questo spirito che la Fondazione Buzzi ha realizzato  la nuova edizione di un video-educational realizzato da Anna Maria Testa, che accompagna lo spettatore alla scoperta dei principali pericoli e insidie che si nascondono nelle varie stanze di casa. Ventimila incidenti domestici ogni anno coinvolgono i bambini in Italia. Bimbi piccoli, sotto i cinque anni di vita. Prese elettriche, farmaci incustoditi, ante e spigoli vivi, oggetti taglienti o appuntiti, scale e balconi li possono mettere in serio pericolo. Ci sono piccole cose che possono soffocarli, una caramella o un acino d’uva, e belle piante ornamentali – come l’azalea, la stella di Natale o il vischio -, che arredano la nostra casa ma sono tossiche/velenose se ingoiate da un piccino. Dura trenta minuti e con immagini non angoscianti né scontate e un linguaggio semplice – la voce narrante è quella dell’attrice Lella Costa - dà indicazioni tecniche, perché tutti possano agire con prontezza. Il video dice cosa non fare e dà invece piccoli accorgimenti per la sicurezza della casa – coprire le prese elettriche, chiusura di cassetti contenenti posate affilate, barriere a protezione di balconi e finestre – fino alle manovre salvavita di «disostruzione»se il piccolo/a ha inghiottito un oggetto o se ha perso conoscenza, in attesa dell’arrivo di un’auto medica o di una ambulanza. Parole semplici accompagnate da immagini chiare. (Fonte www.corriere.it)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Segui la Filanda anche su Facebook