Go to Top

DISABILI, IL LAVORO SI TROVA (ANCHE) ONLINE

Si chiama Jobmetoo ed è la prima società web focalizzata sul recruiting di lavoratori con disabilità, che consente alle aziende di selezionare i candidati in modo mirato. La startup marchigiana con sede operativa a Milano ha trovato nei giorni scorsi un importante finanziatore: 360 Capital Partners che, insieme a soci preesistenti, ha portato alla società un totale di 500 mila euro che saranno destinati allo sviluppo della piattaforma, all’ampliamento della gamma dei servizi forniti, al lancio delle attività di marketing e comunicazione, e al rafforzamento della struttura. “Siamo molto soddisfatti del fatto che il principale fondo di Venture Capital italiano abbia creduto nel nostro business model e deciso di supportarci nel rendere concreta la nostra visione”. Così Daniele Regolo, socio fondatore di Jobmetoo, persona sorda dalla nascita, che sin dal 2011 aveva avviato il portale Agenzialavorodisabili.it, puntando a fare incontrare gratuitamente le esigenze delle imprese e le capacità professionali delle persone con disabilità. "L’idea ha un chiaro risvolto sociale, infatti la persona con disabilità, grazie al proprio lavoro, può perseguire un cammino di autodeterminazione in una società veramente inclusiva, senza dimenticare la diminuzione del costo statale per le pensioni". La piattaforma fornisce alle aziende un’offerta completa, volta a risolvere tutte le tematiche legate al mondo del lavoro di questi cittadini, guardando con particolare attenzione alla Legge 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili). L'ambizione è  "diventare il punto di riferimento per le aziende che vogliono inserire nel proprio organico lavoratori appartenenti alle cosiddette “categorie protette” per poterle far lavorare in mansioni che ne esaltino il valore e le caratteristiche", sottolinea Cesare Maifredi, General Partner di 360 Capital Partners. COME FUNZIONA JOBMETOO. La piattaforma consente di compilare gratuitamente il curriculum vitae e creare un profilo estremamente dettagliato; guardare le posizioni lavorative compatibili e candidarsi con un clic; ricevere messaggi di “job alert” per essere sempre aggiornati. Il tutto, con il supporto di un team di professionisti che vivono la disabilità in prima persona. L’azienda, da parte sua, può compilare il proprio profilo e mettersi in contatto con i migliori candidati, inserire le posizioni lavorative aperte, ricercare liberamente nel database dei candidati e salvare i profili più interessanti, con il supporto di un team di professionisti esperti.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Segui la Filanda anche su Facebook