Go to Top

CORRERE RINGIOVANISCE IL CERVELLO

L’esercizio fisico aiuta a mantenere più sano anche il cervello, migliorandone le prestazioni mnemoniche. In particolare è stato dimostrato che la corsa può addirittura bloccare il processo di invecchiamento celebrale in quanto stimolerebbe la produzione di nuove cellule staminali che andrebbero a sostituire quelle vecchi. La scoperta è stata fatta da una equipe di ricercatori dell’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibcn-Cnr): per la prima volta è stato dimostrato che la corsa può stimolare la produzione di nuovi cellule staminali capaci di rallentare l’invecchiamento del cervello e di preservare alcune capacità fondamentali, in primis la memoria. “Questa ricerca ha scardinato un dogma della neurobiologia – commenta Stefano Farioli-Vecchioli, coordinatore della ricerca – Finora si pensava che il declino della neurogenesi nell’età adulta fosse irreversibile”. La ricerca, pubblicata sulla rivista Stem Cells, è stata condotta su topi privi del gene Btg1, che in condizioni normali agisce come un freno alla proliferazione delle cellule staminali. Incitando i roditori a correre, gli studiosi hanno osservato che “nel cervello adulto un esercizio fisico aerobico come la corsa blocca il processo di invecchiamento e stimola una massiccia produzione di nuove cellule staminali nervose nell’ippocampo, aumentando le prestazioni mnemoniche”. “La scoperta pone le basi per ulteriori ricerche mirate ad aumentare la proliferazione delle staminali adulte nel cervello e su topi modello di malattie come Alzheimer e Parkinson – prosegue Farioli-Vecchioli – I risultati avranno delle implicazioni molto importanti per la prevenzione dell’invecchiamento e della perdita di memorie ippocampo-dipendenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Segui la Filanda anche su Facebook