Go to Top

ANZIANI, CON IL TABLET VITA E CURE PIU’ FACILI

Scrivere una mail, navigare su internet e mandare un messaggio su Facebook, ma anche accedere a prestazioni sanitarie, verificare liste d'attesa, referti o effettuare il pagamento ticket. Il tablet e gli smartphone sono un ottimo strumento per migliorare la qualità della vita degli anziani, ma serve un'alfabetizzazione di base. Per questo è nato il progetto 'Insieme a scuola di Internet', iniziativa della Fondazione Vodafone Italia in collaborazione con Federanziani. Il corso, completamente gratuito, è rivolto a persone over 55. Ha una durata totale di 8 ore, suddivise in quattro sessioni da due ore ciascuna. Nel corso delle lezioni - tenute da giovani neolaureati, che si tengono all'interno degli oltre 3 mila centri anziani aderenti a Federanziani - i partecipanti possono scoprire come la tecnologia, i device e le app possono aiutare a rendere più semplici e veloci tantissime attività quotidiane, dai pagamenti online (bollette, bonifici, etc.) alle comunicazioni con parenti e amici lontani. "Quasi 7 milioni di anziani non hanno dimestichezza con i nuovi mezzi di comunicazione e sono tenuti fuori dalla tecnologia ma anche dalla trasmissione rapida di informazioni", dichiara il presidente di Federanziani Roberto Messina, "questa iniziativa offrirà un prezioso strumento per tenersi in contatto con la propria famiglia e i propri amici, per poter usufruire al meglio dei servizi di pubblica amministrazione, in particolar modo sanitarie". Sarà inoltre un modo per prendere confidenza con le nuove possibilità della telemedicina, con cui, ha sottolineato il ministro Lorenzin, "abbiamo modo di monitorare da casa i pazienti con situazioni complesse, come diabetici e cardiopatici". "Attraverso il telefonino - ha spiegato - possono esser controllati dal medico di base o dallo specialista. Questa è la frontiera, ma se uno non ha dimestichezza con questi mezzi, è difficile che possa farlo". "Abbiamo espressamente formato 500 ragazzi - commenta Saverio Tridico, consigliere di amministrazione Vodafone Italia, promotrice dell'iniziativa, attraverso la Fondazione - per svolgere corsi mirati a ridurre il divario digitale tra generazioni e mettere a disposizione degli anziani l'alfabeto per interagire con il mondo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Segui la Filanda anche su Facebook